La Fondazione Bellelli-Contarelli

Dal 1863, le radici storiche e l’attualità di un’opera

La storia della Fondazione Bellelli-Contarelli si lega indissolubilmente alla generosità delle due famiglie che ne danno il nome. 

Nel 1831 Caterina Contarelli, erede di una prestigiosa famiglia locale, decise il lascito testamentario di tutti i suoi beni, grazie ai quali venne costruito l’edificio che oggi è sede degli Istituti scolastici San Tomaso, inaugurato nel 1863: intendeva così offrire alle giovani educazione e istruzione affinché, una volta uscite dalla struttura, si trovassero preparate alla vita.

Nel 1896 viene istituito l’orfanotrofio Bellelli, che due anni dopo ospita già 170 alunni. Questa apertura – decisa da Giuseppina Bellelli – rispetta le volontà di Antonio, già collaboratore del Vescovo Mons. Pietro Rota, che, nel 1866, aveva incontrato Don Bosco, maturando il sogno di istituire a Correggio un collegio con scuola di arti e mestieri: fino a metà del ‘900, molti ragazzi vennero formati e inseriti in botteghe artigianali e avviati a un mestiere per entrare con competenza e autonomia nella vita sociale.

Alla base di questi lasciti c’era il desiderio di venire incontro ai bisogni della comunità correggese, attraverso modalità per l’epoca di grande modernità: il coraggio di aprire vie nuove, di fare qualcosa per gli altri senza imporre regolamenti, ma offrendo opportunità concrete.

Da quel momento, da quei primi fondamentali lasciti, ai beni delle famiglie Bellelli e Contarelli, si è unita la generosità̀ di tanti altri correggesi che, nel tempo, hanno reso possibile la realizzazione di opere e di progetti grande importanza per la città.

Caterina Contarelli
Antonio Bellelli
caterina Contarelli_BN

Caterina Contarelli

Antonio-Bellelli-2

Antonio Bellelli

Identità, valori, visione

Oggi la Fondazione Bellelli-Contarelli è impegnata nel custodire e sviluppare un importante patrimonio di storia, generosità, attenzione alla città e ai suoi cittadini: custodiamo, dunque, le perle preziose che tanti, prima di noi, hanno messo nel nostro “baule di viaggio” e sviluppiamo ulteriormente le attività che ci hanno da sempre caratterizzato, perché le perle, così come i talenti, non rimangano a disposizione solo di alcuni, in uno scrigno chiuso, ma siano una rinnovata fonte di idee, iniziative e progetti.

Cuore delle nostre attività sono le attività educative, capaci di comprendere un istituto scolastico paritario dai 3 ai 19 anni, con servizi extra-scolastici, attività per i giovani e promozione dell’orientamento alle professioni.

I nostri valori sono gli stessi che ci sono stati indicati dalle famiglie Bellelli e Contarelli: mettere in gioco se stessi e i propri beni per gli altri. Questi oggi trovano riscontro nel tenere i giovani sempre al centro della nostra città, nel pensare, con Don Bosco, che l’educazione “è una cosa di cuore per crescere buoni cristiani e onesti cittadini”, nel ritenerci tutti fratelli, come ci esorta Papa Francesco, rispettando ogni persona e il creato.

Crediamo in questo patrimonio e pertanto operiamo con uno spirito di innovazione, socialità aperta, collegialità, partecipazione e coesione, valorizzando le potenzialità soggettive, la qualità che esiste nella fragilità e l’umanità come patrimonio inclusivo di ogni persona.

La nostra storia

1863-1959
Apre l’Orfanatrofio (così chiamato perché́ rivolto alle bambine) conservatorio Contarelli (con scuola interna)
1896-1952
Apre l’Orfanotrofio Bellelli
1942
L’orfanatrofio Contarelli è affidato alle Insegnanti Terziarie Domenicane, sfollate da Genova a seguito dei bombardamenti e accolte dal parroco don Giuseppe Bonacini nella “Casa della Divina Provvidenza”
1948
Viene aperto l’Istituto Magistrale riconosciuto legalmente nel 1953
1973
Viene riconosciuta la Scuola Magistrale (triennale) per la formazione delle maestre d’asilo e contemporaneamente viene aperta anche la Scuola Materna
1984
Viene aggiunto un biennio post diploma per il conseguimento della Maturità di Assistente di Comunità infantile: si tratta di una delle prime sperimentazioni attivate nel nostro territorio.
1985
Anche grazie all’impegno del parroco di San Quirino, don Alcide Mariotti, arrivano a Correggio le Figlie di Maria Ausiliatrice con apertura della Scuola Elementare
1988
Riconoscimento legale della Scuola Media
1992
Restauro antisismico di Palazzo Bellelli
1997
Restauro antisismico dell’edificio che ospita le Scuole
2000
La Fondazione Bellelli Contarelli prende in gestione le scuole
2022

La Fondazione Bellelli Contarelli diventa “Fondazione di Partecipazione”, gestita da un CdA di cinque membri: uno nominato dal Vescovo, uno dal Parroco, uno dal Sindaco e due eletti da un’Assemblea di partecipanti, attualmente composta da dodici persone)

2023
Dal 31 gennaio, festa di Don Bosco, la Fondazione è iscritta al Registro unico nazionale degli Enti del Terzo Settore (ETS)

Chi siamo

Presidente

Marco Culzoni

marcoculzoni@fondazionebellellicontarelli.it
Per incontri, su appuntamento:
tel. 0522.692782

Consiglio d’amministrazione

Andrea Cavazzoni
Angelo Ficarelli
Francesca Franzoni
Roberto Magnani
Torna in alto